lunedì 31 ottobre 2016

Vina Cesena in montibus urbem. I vini dei Colli di Cesena a Roma

Sotto il segno dell'ospitalità e convivialità, sbarcano nella capitale i grandi vini di Romagna
Presentato ieri alla stampa presso l'Holiday Inn a Roma il progetto "I vini dei Colli di Cesena a Roma" che avrà luogo per tutto il mese di novembre nei locali romani.

Seminari, degustazioni, incontri con i produttori. Questo il programma che per tutto il mese di novembre metterà al centro il territorio dei Colli di Cesena. Alla conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa legata ai vini di Cesena a Roma, Daniele De Ventura ha illustrato così il suo nuovo progetto completamente rivolto alla promozione e valorizzazione di questo territorio.

Sono quattro le cantine aderenti all'iniziativa, Podere Palazzo, Zavalloni, I Filarini, Il Glicine che oltre a caratterizzarsi per l'offerta di qualità, si contraddistinguono per il loro profondo legame con il territorio e ben rappresentano un enologia, quella romagnola, che ne vuol essere anche portavoce.

Nella fascia collinare e pedemontana della provincia di Cesena, grazie alla posizione favorevole tra appennino e pianura, si è infatti sviluppata una gloriosa tradizione vitivinicola, che si trova in una fase di interessante sviluppo qualitativo sia in vigna che in cantina.

Nei migliori locali di Roma, le degustazioni guidate, sempre con un sommelier professionista, saranno quindi occasione per evidenziare l'impegno che questi produttori nel tempo hanno dato per rinnovare l'immagine dei vini di questo angolo di Romagna e che hanno giustamente trovato in tempi recenti riscontro nei numerosi riconoscimenti ottenuti.


Info e programma aggiornato dell'evento: www.littlemarketroma.it/littlemarket/

SIMPOSIO 2016: IL TRIONFO DEL GUSTO

CON LITTLE MARKET DI SCENA A ROMA I CAPOLAVORI DELL'ALTA ENOGASTRONOMIA
BANCHI DI ASSAGGIO. DEGUSTAZIONI, SHOW COOKING, SEMINARI, SHOP.

Torna il sempre più atteso evento dedicato alle eccellenze della produzione enogastronomica italiana. Dal 12 al 13 novembre un week end tutto dedicato al senso più conviviale e che più ci accomuna: il gusto. Attraverso un'attenta ricerca e selezione delle migliori espressioni della nostra cultura alimentare, Daniele De Ventura di Little Market, tempio dell'alta enogastronomia italiana, ci accompagna in un viaggio ideale nelle affascinanti sale del Salone delle tre Fontane di Roma. 

Un sabato ed una domenica, due giornate dedicate agli operatori del settore ma anche ai semplici appassionati, dando così l'opportunità di conoscere da vicino i produttori e le loro eccellenze alimentari.

Con i suoi percorsi sensoriali, le degustazioni, gli incontri dedicati all’eccellenza della cultura enogastronomica italiana, Simposio è diventato nel tempo una certezza, un appuntamento irrinunciabile che di anno in anno si è affermato come punto di incontro con la qualità. Due giornate alla scoperta dei profumi, colori e sapori della nostra terra, con sempre più novità. Saranno circa 350 le aziende in esposizione in questa quinta edizione della manifestazione, che come sempre si evidenzia per la qualità dei seminari con verticali di vini pregiati, degustazioni guidate e la scoperta di nuovi abbinamenti cibo - vino.

“Apicoltori, mastri birrai, pescatori, casari, sommelier, foodblogger, e tanti altri...sono sempre loro i personaggi al centro del Simposio, chi i prodotti li fa con passione e maestria, e anche tutte quelle figure che esaltano oggi questi valori, restituendo una visione più autentica del cibo di qualità.

Info su www.simposioroma.it/

GUIDE VINI. VITAE 2017: CONTINUA A CRESCERE LA QUALITÀ DEL VINO MADE IN ITALY

PRESENTATA LA GUIDA AI VINI ITALIANI FIRMATA AIS
Lo scatto fotografico omaggia la degustazione nella guida Vitae 2017: istantanee dai tagli insoliti e ravvicinati, colori vibranti, suggestioni iperrealiste ispirano la terza edizione di Vitae. Tutti i premiati: Quattro Viti e Tastevin. Online l'App Vitae, edizione digitale direttamente collegata a quella cartacea: boom di download.


È stata presentata a Milano la Guida Vitae 2017, dedicata a Jean Valenti, tessera numero 1 dell’Associazione Italiana Sommelier, recentemente scomparso. Le immagini si ispirano quest’anno all’arte fotografica, intesa come istantanea dell’atto della degustazione: scatti con forti contrasti e suggestive trasparenze, testimoniano un’ipotetica rappresentazione iconografica delle sensazioni gustative. 

Il livello qualitativo dei vini italiani continua a crescere, imponendo una selezione sempre più attenta. I vini degustati quest’anno sono stati circa 35.000, un terzo dei quali è entrato in guida. I limiti di spazio sono stati superati con la nuova App Vitae, edizione digitale direttamente collegata al quella cartacea, dotata della versatilità e della praticità proprie dello strumento che al suo esordio, lo scorso anno, l’ha vista balzare subito tra le più scaricate dai web store.

La qualità dei vini sempre più diffusa e consolidata ha reso inevitabile alzare l’asticella delle quattro Viti, il giudizio più elevato, con la conseguente introduzione di una valutazione intermedia fra le tre e le quattro Viti per distinguere le sfumature di quei vini che si collocano alla soglia dell’eccellenza.

Sono aumentati anche i simboli che contraddistinguono la guida AIS, con l’inserimento della Freccia di Cupido e del Salvadanaio. Il primo rappresenta l’impatto emozionale che alcuni vini hanno saputo trasmettere sin dal primo sorso, mentre il secondo è stato assegnato a quei prodotti in grado di esprimere un particolare valore relativamente al prezzo e alla tipologia.

Vitae 2017 dà voce a una produzione che si scopre sempre più green. Nello spirito della propria filosofia, l’AIS dedica molta attenzione all’etica dei processi produttivi, dalla vigna alla cantina, valutando con cura particolare i vini che meglio hanno saputo esprimersi, nel rispetto della salvaguardia ambientale.

Infine in questa edizione della guida, si è dato largo spazio alle immagini ispirate all'arte fotografica, un istantanea dell'atto della degustazione che riconduce ad una dimensione estetica ad alto contenuto evocativo. Così l’occhio, come il palato, viene ad identificare in primo luogo nelle immagini i riscontri più accesi, per poi passare ai dettagli, fino ad arrivare alle sfumature più delicate. Un omaggio all’immenso lavoro svolto da circa un migliaio di degustatori, suddivisi nelle ventidue emanazioni regionali dell’AIS, per realizzare questa guida.

VITAE , l’App Guida Vini AIS


La Guida ufficiale dell’Associazione Italiana Sommelier, la più grande organizzazione di professionisti del vino nel mondo.

Cercare un vino, un produttore, i vitigni o le denominazioni di una regione non è mai stato così semplice. Dal proprio smartphone, in pochi click si accede al database dei circa diecimila vini recensiti dai degustatori AIS; utilizzando le diverse chiavi di ricerca si possono inoltre applicare filtri (anche multipli) per circoscrivere i risultati secondo la denominazione, la regione di appartenenza, il colore, la tipologia, le uve, la valutazione AIS.

Uno strumento indispensabile per tutti gli appassionati e gli addetti ai lavori, attraverso il quale è possibile conoscere la migliore produzione vinicola d’Italia. Con pochi passaggi intuitivi si possono consultare circa duemila produttori e diecimila vini attentamente selezionati.

Ogni azienda, accompagnata da una breve descrizione e dai vini più rappresentativi, è facilmente raggiungibile tramite il geolocalizzatore. Telefono, mail e sito web sono a portata di clic.

Tutti i vini sono raccontanti attraverso il profilo organolettico, le note tecniche di produzione, l’abbinamento consigliato con il cibo e la valutazione espressa in numero di viti, da una a quattro.

Nella sezione “La mia cantina” si può creare il proprio elenco dei vini preferiti.

- ricerca i vini per nome, regione, colore, categoria, denominazione, voto e vitigno
- ricerca i produttori per nome, regione e localizzazione
- ricerca le denominazioni
- ricerca i vitigni

La nuova App della Guida Vitae 2017



   


LE QUATTRO VITI AIS 2017

Va l l e d ’ A o s t a

VALLE D’AOSTA CHAMBAVE MUSCAT 2014 - La Vrille 28
VALLE D’AOSTA CHAMBAVE MUSCAT FLÉTRI PRIEURÉ 2014 - La Crotta di Vegneron 26
VALLE D’AOSTA SYRAH 2015 - Rosset 34
VALLE D’AOSTA TORRETTE SUPÉRIEUR 2014 - Ottin 32
VALLE D’AOSTA VUILLERMIN 2014 - Feudo di San Maurizio 22

Pi e m o n t e

BARBARESCO 2013 - Gaja 161
BARBARESCO ALBESANI SANTO STEFANO RISERVA 2011 - Castello di Neive 111
BARBARESCO ASILI RISERVA 2011 - Bruno Giacosa 167
BARBARESCO BASARIN RISERVA 2011 - Marco e Vittorio Adriano 44
BARBARESCO BORDINI 2013 - Fontanabianca 154
BARBARESCO MARTINENGA CAMP GROS RISERVA 2011 - Marchesi di Grésy - Tenute Cisa Asinari 206
BARBARESCO MONTEFICO RISERVA 2011 - Produttori del Barbaresco 264
BARBARESCO MONTERSINO 2013 - Albino Rocca 282
BARBARESCO NERVO 2013 - Rizzi 281
BARBARESCO PAJORÈ 2013 - Sottimano 302
BARBARESCO RABAJÀ 2013 - Giuseppe Cortese 141
BARBARESCO RABAJÀ RISERVA 2011 - Castello di Verduno 113
BARBARESCO SORÌ TILDÌN 2013 - Gaja 161
BARBARESCO VANOTU 2013 - Pelissero 242
BARBARESCO VIGNETO VALEIRANO 2013 - La Spinetta 194
BARBERA D’ALBA POCHI FILAGN 2011 - Lorenzo Accomasso 42
BARBERA D’ASTI BRICCO DELLA BIGOTTA 2014 - Braida Giacomo Bologna 76
BARBERA D’ASTI SUPERIORE BIONZO 2013 - La Spinetta 194
BARBERA D’ASTI SUPERIORE LA MANDORLA EDIZIONE LA GRISA 2014 - Luigi Spertino 303
BARBERA D’ASTI SUPERIORE MONGOVONE 2014 - Elio Perrone 244
BARBERA D’ASTI SUPERIORE VALRIONDA 2013 - Dacapo 143
BAROLO 2012 - Bartolo Mascarello 211
BAROLO ACCLIVI 2012 - Comm. G.B. Burlotto 83
BAROLO AEROPLAN SERVAJ 2011 - Domenico Clerico 123
BAROLO ARBORINA 2012 - Gianfranco Bovio 75
BAROLO ARBORINA 2012 - Renato Corino 138
BAROLO BOSCARETO 2010 - Ferdinando Principiano 262
BAROLO BREA VIGNA CA’ MIA 2012 - Brovia 82
BAROLO BRIC DËL FIASC 2012 - Paolo Scavino 295
BAROLO BRICCO BOSCHIS VIGNA SAN GIUSEPPE RISERVA 2010 - Cavallotto 115
BAROLO BRICCO DELLE VIOLE 2012 - Vajra 318
BAROLO BRICCO PERNICE 2011 - Cogno 126
BAROLO BRICCO ROCCHE 2012 - Ceretto 117
BAROLO BRUNATE 2012 - Enzo Boglietti 66
BAROLO BRUNATE 2012 - Ceretto 117
BAROLO BRUNATE 2012 - Marengo 208
BAROLO BRUNATE 2012 - Rinaldi 275
BAROLO BRUNATE 2012 - Vietti 322
BAROLO BUSSIA 2012 - Giacomo Fenocchio 149
BAROLO BUSSIA 90 DÌ RISERVA 2010 - Giacomo Fenocchio 149
BAROLO BUSSIA GRANBUSSIA RISERVA 2008 - Poderi Aldo Conterno 254
BAROLO BUSSIA RISERVA 2010 - Livia Fontana 153
BAROLO BUSSIA RISERVA 2010 - Monti 224
BAROLO BUSSIA ROMIRASCO 2012 - Poderi Aldo Conterno 254
BAROLO BUSSIA VIGNA COLONNELLO RISERVA 2010 - Prunotto 266
BAROLO CANNUBI 2012 - Barale 56
BAROLO CANNUBI 2012 - Pira E. & Figli - Chiara Boschis 248
BAROLO CANNUBI BOSCHIS 2012 - Sandrone 289
BAROLO CERRETTA 2012 - Luigi Baudana 59
BAROLO CERRETTA 2012 - Conterno 131
BAROLO CIABOT MENTIN 2011 - Domenico Clerico 123
BAROLO ENRICO VI 2012 - Cordero di Montezemolo 136
BAROLO FALLETTO 2012 - Bruno Giacosa 167
BAROLO FOSSATI 2011 - Borgogno 69
BAROLO FRANCIA 2012 - Conterno 131
BAROLO GIANETTO 2012 - Guido Porro 261
BAROLO GINESTRA CASA MATÉ 2012 - Elio Grasso 173
BAROLO LAZZARITO RISERVA 2010 - Ettore Germano 164
BAROLO LE COSTE 2012 - Giacomo Grimaldi 176
BAROLO MARGHERIA 2012 - Azelia 54
BAROLO MONPRIVATO 2011 - Giuseppe Mascarello 212
BAROLO MONVIGLIERO 2012 - Fratelli Alessandria 46
BAROLO MONVIGLIERO RISERVA 2010 - Castello di Verduno 113
BAROLO MOSCONI 2012 - Conterno Fantino 133
BAROLO PARAFADA 2012 - Palladino 238
BAROLO PERNANNO 2012 - Cascina Bongiovanni 97
BAROLO RAVERA 2010 - Flavio Roddolo 285
BAROLO ROCCHE DELL’ANNUNZIATA 2012 - Trediberri 317
BAROLO ROCCHE DELL’ANNUNZIATA RISERVA 2010 - Paolo Scavino 295
BAROLO ROCCHE DI CASTIGLIONE 2012 - Brovia 82
BAROLO ROCCHE DI CASTIGLIONE 2012 - Vietti 322
BAROLO SAN GIOVANNI 2012 - Gianfranco Alessandria 47
BAROLO SARMASSA VIGNA MERENDA 2011 - Scarzello 294
BAROLO TERLO VIGNA COSTA GRIMALDI 2012 - Poderi Luigi Einaudi 258
BAROLO VIGNA RIONDA ESTER CANALE ROSSO 2012 - Giovanni Rosso 286
BAROLO VIGNA RIONDA RISERVA 2010 - Massolino - Vigna Rionda 213
BAROLO VIGNA RIONDA RISERVA 2006 - Oddero 233
BAROLO VILLERO 2011 - Giuseppe Mascarello 212
BOCA 2011 - Le Piane 195
BRAMATERRA 2012 - Antoniotti 51
CALUSO PASSITO SULÈ 2009 - Orsolani 234
CAREMA ETICHETTA BIANCA 2012 - Ferrando 150
CAREMA RISERVA 2012 - Cantina Produttori Nebbiolo di Carema 95
COLLI TORTONESI TIMORASSO PITASSO 2014 - Claudio Mariotto 209
DERTHONA TIMORASSO COSTA DEL VENTO 2014 - Vigneti Massa 327
DOGLIANI BRICCOLERO 2015 - Chionetti 120
DOGLIANI SUPERIORE MAIOLI 2014 - Anna Maria Abbona 39
DOLCETTO D’ALBA BARTUROT 2014 - Ca’ Viola 89
GATTINARA 2011 - Mauro Franchino 158
GATTINARA OSSO SAN GRATO 2012 - Antoniolo 50
GATTINARA RISERVA 2011 - Travaglini 316
GATTINARA VALFERANA 2011 - Nervi 231
GAVI DEL COMUNE DI GAVI BRUNO BROGLIA 2014 - Broglia 81
GAVI DEL COMUNE DI GAVI ROVERETO MINAIA 2015 - Nicola Bergaglio 63
GHEMME DEI MAZZONI 2013 - Mazzoni 215
GRIGNOLINO DEL MONFERRATO CASALESE BRICCO DEL BOSCO VIGNE VECCHIE 2011 - Accornero 43
LESSONA 2011 - Proprietà Sperino 265
LESSONA OMAGGIO A QUINTINO SELLA 2009 - Tenute Sella 313
MOSCATO D’ASTI CASA DI BIANCA 2015 - Gianni Doglia 145
PIEMONTE CHARDONNAY MONTERIOLO 2013 - Coppo 135
PIEMONTE MOSCATO D’AUTUNNO 2015 - Saracco 291
ROERO ARNEIS BRICCO DELLE CILIEGIE 2015 - Giovanni Almondo 48
ROERO PRACHIOSSO 2013 - Negro 230
ROERO RÒCHE D’AMPSÈJ RISERVA 2012 - Matteo Correggia 140
SOLDATI LA SCOLCA BRUT ROSÉ D’ANTAN 2005 - La Scolca 193
VALENTINO BRUT ZERO 2005 - Podere Rocche dei Manzoni 252


L o m b a rd i a

BONARDA DELL’OLTREPÒ PAVESE MILLENNIUM 2013 - Fratelli Agnes 339BUTTAFUOCO DELL’OLTREPÒ PAVESE STORICO VIGNA MONTARZOLO 2011 - Davide Calvi 362
FRANCIACORTA BRUT 2009 - La Montina 392
FRANCIACORTA BRUT CABOCHON 2011 - Monte Rossa 407
FRANCIACORTA BRUT ROSÉ 2012 - Ferghettina 381
FRANCIACORTA BRUT SECOLO NOVO 2009 - Le Marchesine 397
FRANCIACORTA DOSAGE ZÉRO NOIR VINTAGE COLLECTION RISERVA 2007 - Ca’ del Bosco 358
FRANCIACORTA DOSAGGIO ZERO 2011 - Faccoli 379
FRANCIACORTA DOSAGGIO ZERO FRANCESCO IACONO RISERVA 2008 - Villa Crespia 446
FRANCIACORTA EXTRA BRUT 2009 - Mirabella 405
FRANCIACORTA EXTRA BRUT CUVÉE LUCREZIA ETICHETTA NERA 2006 - Castello Bonomi 368
FRANCIACORTA EXTRA BRUT EBB 2011 - Mosnel 412
FRANCIACORTA EXTRA BRUT VENDEMMIA PAS OPERÉ 2009 - Bellavista 349
FRANCIACORTA NATURE ’61 2009 - Guido Berlucchi 351
FRANCIACORTA PAS DOSÉ ALIGI SASSU 2008 - Majolini 400
FRANCIACORTA SATÈN MAGNIFICENTIA 2012 - Uberti 442
LUGANA VIGNE DI CATULLO RISERVA 2013 - Tenuta Roveglia 438
MONTEVOLPE ROSSO 2012 - Gianfranco Bertagna 353
MOSCATO DI SCANZO 2013 - Biava 355
MOSCATO DI SCANZO DON QUIJOTE 2009 - Monzio Compagnoni 411
OLTREPÒ PAVESE BARBERA LA MAGA 2013 - Castello di Cigognola 369
OLTREPÒ PAVESE METODO CLASSICO PINOT NERO BRUT VINCENZO COMI 2008 - Travaglino 440
OLTREPÒ PAVESE ROSSO CAVARIOLA RISERVA 2012 - Bruno Verdi 357
PINOT NERO DELL’OLTREPÒ PAVESE 2012 - Tenuta Le Fracce 396
SAN MARTINO DELLA BATTAGLIA CAMPO DEL SOGLIO 2015 - Podere Selva Capuzza 433
SFORZATO DI VALTELLINA CORTE DI CAMA 2014 - Mamete Prevostini 401
SFORZATO DI VALTELLINA SAN DOMENICO 2012 - Triacca 441
SFORZATO DI VALTELLINA SFURSAT CARLO NEGRI 2013 - Nino Negri 414
TOP ZERO PAS DOSÉ - Giorgi 384
VALTELLINA SUPERIORE GRUMELLO RISERVA 2010 - Aldo Rainoldi 426
VALTELLINA SUPERIORE GRUMELLO ROCCA DE PIRO RISERVA 2011 - Ar.Pe.Pe. 343
VALTELLINA SUPERIORE VALGELLA CA’ MOREI 2013 - Fay 380
VALTELLINA SUPERIORE VALGELLA VIGNA LA CORNELLA 2011 - Bettini 354
VALTÈNESI CHIARETTO MOLMENTI 2012 - Costaripa 377

Ve n e t o

AMARONE DELLA VALPOLICELLA CLASSICO 2010 - Tommaso Bussola 477
AMARONE DELLA VALPOLICELLA CLASSICO CAMPEDEL RISERVA 2010 - Gamba 514
AMARONE DELLA VALPOLICELLA CLASSICO CAMPORAL RISERVA 2008 - Corte San Benedetto 503
AMARONE DELLA VALPOLICELLA CLASSICO ESPRESSIONI SAN ROCCO 2010 - Cantina Valpolicella Negrar 488
AMARONE DELLA VALPOLICELLA CLASSICO RISERVA LA MATTONARA 2004 - Zymé 621
AMARONE DELLA VALPOLICELLA CLASSICO VIGNETO IL FORNETTO 2010 - Stefano Accordini 453
AMARONE DELLA VALPOLICELLA CLASSICO VIGNETO MONTE SANT’URBANO 2012 - Speri 582
AMARONE DELLA VALPOLICELLA VIGNETO DI MONTE LODOLETTA 2011 - Romano Dal Forno 506
BARDOLINO 2014 - Giovanna Tantini 585
BARRICAIA BRUT 2005 - Villa Rinaldi 610
BREGANZE TORCOLATO SARSON RISERVA 2013 - Vignaioli Contrà Soarda 604
CABERNET HORA SEXTA 2013 - Tenuta Mosole 588
COLLI BERICI TAI ROSSO THOVARA RISERVA 2013 - Piovene Porto Godi 564
COLLI DI CONEGLIANO REFRONTOLO PASSITO 2011 - Colvendrà 501
COLLI EUGANEI CABERNET BORGO DELLE CASETTE RISERVA 2012 - Il Filò delle Vigne 521
COLLI EUGANEI FIOR D’ARANCIO PASSITO ALPIANAE 2013 - Vignalta 605
COLLI EUGANEI ROSSO SERRO 2013 - Il Mottolo 522
CORTE DURLO 2009 - Ca’ Rugate 482
CROSARA 2013 - Maculan 540
CUORE DI DONNA DARIA - Conte Emo Capodilista - La Montecchia 502
CUSTOZA SUPERIORE LA GUGLIA 2014 - Tamburino Sardo 584
DOGALE - Le Carline 531
GAMBELLARA CLASSICO COL MOENIA 2014 - Davide Vignato 606
LESSINI DURELLO PAS DOSÉ FONGARO RISERVA 2008 - Fongaro 513
LISON CLASSICO 150 2014 - Borgo Stajnbech 469
MALANOTTE DEL PIAVE 2012 - Bonotto delle Tezze 468
MONTELLO COLLI ASOLANI VENEGAZZÙ SUPERIORE CAPO DI STATO 2011 - Loredan Gasparini 539
MOSTO DI UVE PARZIALMENTE FERMENTATO 2006 - Silvano Follador 512
OLMERA 2015 - De Stefani 508
RECIOTO DELLA VALPOLICELLA CLASSICO 2011 - Begali 463
SOAVE CLASSICO PRESSONI 2015 - Cantina del Castello 486
SOAVE MONTE CERIANI 2014 - Tenuta Sant’Antonio 592
SOAVE SUPERIORE CLASSICO FOSCARIN SLAVINUS 2014 - Montetondo 555
SOGNO DOSAGGIO ZERO 2011 - Cirotto - Cantina in Asolo dal 1949 496
TALENTO BRUT 2004 - Bisol 467
VALDADIGE TERRADEIFORTI CASETTA FOJA TONDA 2012 - Albino Armani 459
VALDOBBIADENE PROSECCO SUPERIORE DRY 2015 - Domus Picta 509
VALDOB. PROSECCO SUP. RIVE DI COL S. MARTINO BRUT CUVÉE DEL FONDATORE GRAZIANO MEROTTO 2015 - Merotto 548
VALDOBBIADENE PROSECCO SUPERIORE RIVE DI GUIA BRUT SOMMAVAL 2015 - Angelo Bortolin 472
VALDOBBIADENE SUPERIORE DI CARTIZZE DRY 2015 - Le Colture 532
VALPOLICELLA CLASSICO SUPERIORE MESAL 2011 - Terre di Pietra 595

Tr e n t i n o

GRANATO 2013 - Foradori 641
POIEMA 2013 - Eugenio Rosi 657
SAN LEONARDO 2011 - Tenuta San Leonardo 659
TERNET SCHWARZHOF 2013 - Roberto Zeni 663
TEROLDEGO ROTALIANO 7 PERGOLE 2011 - Villa Corniole 660
TEROLDEGO ROTALIANO SUPERIORE CARDINALE RISERVA 2012 - Barone de Cles 627
TRENTO BRUT MADAME MARTIS RARE VINTAGE RISERVA 2006 - Maso Martis 648
TRENTO BRUT REDOR RISERVA 2008 - Cantina Rotaliana di Mezzolombardo 631
TRENTO BRUT RISERVA 2010 - Letrari 644
TRENTO EXTRA BRUT GIULIO FERRARI RISERVA DEL FONDATORE 2005 - Ferrari - Tenute Lunelli 639
TRENTO EXTRA BRUT PALADINO 2010 - Revì 656
TRENTO EXTRA BRUT RISERVA LUNELLI 2008 - Ferrari - Tenute Lunelli 639
TRENTO PAS DOSÉ ROTARI ALPEREGIS 2009 - Mezzacorona 650

A l t o A d i g e

ALTO ADIGE BIANCO APPIUS 2011 - Cantina San Michele Appiano 681
ALTO ADIGE BIANCO SANCTISSIMUS 2013 - Cantina San Paolo - St. Pauls 682
ALTO ADIGE BRUT COMITISSA GOLD GRAN RISERVA 2006 - Lorenz Martini 706
ALTO ADIGE BRUT COMITISSA RISERVA 2011 - Lorenz Martini 706
ALTO ADIGE CABERNET MERLOT LINTICLARUS 2013 - Tiefenbrunner 723
ALTO ADIGE CHARDONNAY SELECTION RISERVA 2014 - Peter Zemmer 729
ALTO ADIGE GEWÜRZTRAMINER AURATUS 2015 - Ritterhof 713
ALTO ADIGE GEWÜRZTRAMINER NUSSBAUMER 2014 - Cantina Tramin 684
ALTO ADIGE GEWÜRZTRAMINER VOM LEHM 2015 - Castelfeder 688
ALTO ADIGE KERNER AURÒNA RISERVA 2013 - Podere Provinciale Cantina Laimburg 699
ALTO ADIGE LAGO DI CALDARO SCELTO BISCHOFSLEITEN 2015 - Castel Sallegg 687
ALTO ADIGE LAGREIN LINTICLARUS RISERVA 2013 - Tiefenbrunner 723
ALTO ADIGE LAGREIN ROBLINUS DE WALDGRIES 2013 - Tenuta Waldgries 727
ALTO ADIGE LAGREIN TABER RISERVA 2014 - Cantina di Bolzano - Bozen 675
ALTO ADIGE MERLOT GANT RISERVA 2013 - Cantina Andriano - Andrian 672
ALTO ADIGE MOSCATO ROSA 2013 - Tenuta Waldgries 727
ALTO ADIGE MÜLLER THURGAU FELDMARSCHALL VON FENNER 2014 - Tiefenbrunner 723
ALTO ADIGE PAS DOSÉ HADERBURG 2011 - Haderburg 694
ALTO ADIGE PINOT BIANCO PASSION RISERVA 2014 - Cantina San Paolo - St. Pauls 682
ALTO ADIGE PINOT BIANCO PRAESULIS 2015 - Gumphof 692
ALTO ADIGE PINOT NERO MASON DI MASON 2013 - Manincor 703
ALTO ADIGE PINOT NERO TRATTMANN MAZON RISERVA 2013 - Cantina Girlan 679
ALTO ADIGE SANTA MADDALENA CLASSICO 2015 - Pfannenstielhof 710
ALTO ADIGE TERLANO I GRANDE CUVÉE 2013 - Cantina Terlano - Terlan 683
ALTO ADIGE TERLANO NOVA DOMUS RISERVA 2013 - Cantina Terlano - Terlan 683
ALTO ADIGE TERLANO PINOT BIANCO RARITÀ 2004 - Cantina Terlano - Terlan 683
ALTO ADIGE VAL VENOSTA RIESLING WINDBICHEL 2014 - Castel Juval Unterortl 686
ALTO ADIGE VALLE ISARCO GEWÜRZTRAMINER ARISTOS 2015 - Cantina Valle Isarco - Eisacktaler 685
SAUVIGNON PASSITO KIEMBERGER 2013 - Kiemberger 696

Fr i u l i Ve n e z i a Gi u l i a

ARBIS BLANC 2014 - Borgo San Daniele 746
ARBIS ROS 2011 - Borgo San Daniele 746
BRAIDE ALTE 2014 - Livon 815
CAPO BRANKO 2015 - Branko 750
CAPO MARTINO 2014 - Jermann 796
CHARDONNAY LA BORA 2008 - Kante 797
COLLI ORIENTALI DEL FRIULI PICOLIT 2011 - Livio Felluga 778
COLLI ORIENTALI DEL FRIULI PICOLIT 2011 - Sara & Sara 859
COLLIO BIANCO 2015 - Edi Keber 798
COLLIO BIANCO BROY 2015 - Collavini 762
COLLIO BIANCO COL DISÔRE 2013 - Russiz Superiore 856
COLLIO BIANCO DELLA CASTELLADA 2011 - La Castellada 803
COLLIO BIANCO VECCHIE VIGNE 2012 - Roncús 855
COLLIO BIANCO VIGNE 2015 - Zuani 901
COLLIO FRIULANO 2015 - Colle Duga 763
COLLIO FRIULANO 2015 - Picéch 827
COLLIO FRIULANO 2015 - Schiopetto 861
COLLIO FRIULANO VIGNA DEL ROLAT 2015 - Raccaro 840
COLLIO MALVASIA 2015 - Raccaro 840
COLLIO PINOT BIANCO 2015 - Toros 881
COLLIO PINOT GRIGIO 2015 - Toros 881
COLLIO ROSSO DELLA CENTA 2011 - Borgo del Tiglio 743
COLLIO SAUVIGNON DE LA TOUR 2015 - Villa Russiz 893
CONFINI 2013 - Lis Neris 814
FRIULI COLLI ORIENTALI BIANCO RONCO DELLE ACACIE 2013 - Le Vigne di Zamò 813
FRIULI COLLI ORIENTALI FRIULANO CLIVI GALEA 2014 - I Clivi 791
FRIULI COLLI ORIENTALI FRIULANO RISERVA 2013 - Ronco Severo 853
FRIULI COLLI ORIENTALI FRIULANO VIGNETO STORICO 2015 - Gigante 785
FRIULI COLLI ORIENTALI MERLOT BURI 2012 - Miani 820
FRIULI COLLI ORIENTALI ROSSO SACRISASSI 2014 - Le Due Terre 810
FRIULI COLLI ORIENTALI SAUVIGNON LIENDE 2015 - La Viarte 809
FRIULI COLLI ORIENTALI SAUVIGNON ZUC DI VOLPE 2015 - Volpe Pasini 895
FRIULI COLLI ORIENTALI VERDUZZO FRIULANO PASSITO CRÀTIS 2013 - Scubla 862
FRIULI ISONZO BIANCO FLORS DI UIS 2014 - Vie di Romans 886
MALVASIA 2013 - Skerk 865
NEKAJ 2012 - Podversic 832
PITTARO TALENTO BRUT ETICHETTA ORO 2009 - Vigneti Pittaro 890
ROSAZZO TERRE ALTE 2014 - Livio Felluga 778
ROSSO RUJNO SELEZIONE 2001 - Gravner 788
TAL LÙC SPECIAL CUVÉE - Lis Neris 814

L i g u r i a

CINQUE TERRE SCIACCHETRÀ RISERVA 2011 - Terra di Bargon 944
COLLI DI LUNI VERMENTINO SUPERIORE BOCEDA 2015 - Zangani 949
PORTOFINO VERMENTINO FLISCANO TERRE DEI RIVARA 2015 - La Ricolla 929
RIVIERA LIGURE DI PONENTE PIGATO BON IN DA BON 2015 - Bio Vio 908
RIVIERA LIGURE DI PONENTE PIGATO LE RUSSEGHINE 2015 - Bruna 911
ROSSESE DI DOLCEACQUA SUPERIORE BARBADIRAME 2014 - Maixei 934
ROSSESE DI DOLCEACQUA SUPERIORE PINI 2014 - Poggi dell’Elmo 937

Em i l i a

COLLI BOLOGNESI CABERNET SAUVIGNON BONZARONE 2013 - Tenuta Bonzara 980
COLLI BOLOGNESI CABERNET SAUVIGNON RISERVA 2010 - Tizzano 984
COLLI BOLOGNESI CLASSICO PIGNOLETTO VIGNA ANTICA 2015 - Tenuta Bonzara 980
IL FRANCIA BIANCO - Gaggioli 965
LAMBRUSCO DI SORBARA LAMBRUSCO DEL FONDATORE 2015 - Cleto Chiarli 961

Ro m a g n a

COLLI ROMAGNA CENTRALE CABERNET SAUVIGNON DAMIANUS RISERVA 2013 - Tenuta Casali 1038
FIORILE 2015 - Fondo San Giuseppe 1014
IL TORNESE 2015 - Drei Donà Tenuta La Palazza 1006
ROMAGNA ALBANA SECCO SANTA LUSA 2014 - Ancarani 993
ROMAGNA ALBANA SECCO VITALBA 2015 - Tre Monti 1046
ROMAGNA SANGIOVESE MODIGLIANA VIGNA 1922 RISERVA 2013 - Torre San Martino 1045
ROMAGNA SANGIOVESE MONTE BRULLO RISERVA 2012 - Costa Archi 1005
ROMAGNA SANGIOVESE ORIOLO NONNO RICO RISERVA 2012 - Poderi Morini 1029
ROMAGNA SANGIOVESE VIGNA DEL GENERALE RISERVA 2013 - Fattoria Nicolucci 1008
TERGENO 2014 - Fattoria Zerbina 1010

To s c a n a

50&50 2012 - Capannelle 1094
ALEATICO PASSITO - Podere 414 1268
BARON’UGO 2012 - Monteraponi 1247
BOLGHERI SASSICAIA 2013 - Tenuta San Guido 1351
BOLGHERI SUPERIORE CASTELLO DI BOLGHERI 2013 - Castello di Bolgheri 1113
BOLGHERI SUPERIORE GRATTAMACCO 2013 - Grattamacco 1192
BOLGHERI SUPERIORE GUADO AL TASSO 2013 - Tenuta Guado al Tasso 1194
BOLGHERI SUPERIORE OPHELIAH MARIA 2012 - Argentiera 1065
BOLGHERI SUPERIORE ORNELLAIA 2013 - Ornellaia 1255
BRUNELLO DI MONTALCINO 2011 - Le Potazzine 1230
BRUNELLO DI MONTALCINO 2011 - Poggio di Sotto 1288
BRUNELLO DI MONTALCINO 2011 - Salvioni - La Cerbaiola 1311
BRUNELLO DI MONTALCINO CERRETALTO 2010 - Casanova di Neri 1105
BRUNELLO DI MONTALCINO FILO DI SETA 2011 - Castello Romitorio 1126
BRUNELLO DI MONTALCINO FORNACE 2011 - Le Ragnaie 1231
BRUNELLO DI MONTALCINO LUCE 2011 - Luce della Vite 1237
BRUNELLO DI MONTALCINO PHENOMENA RISERVA 2010 - Sesti 1323
BRUNELLO DI MONTALCINO POGGIO ALL’ORO RISERVA 2010 - Banfi 1070
BRUNELLO DI MONTALCINO RISERVA 2010 - Canalicchio di Sopra 1091
BRUNELLO DI MONTALCINO RISERVA 2010 - Pietroso 1266
BRUNELLO DI MONTALCINO RISERVA 2010 - Poggio di Sotto 1288
BRUNELLO DI MONTALCINO SUGARILLE 2011 - Pieve Santa Restituta 1267
BRUNELLO DI MONTALCINO TENUTA GREPPO 2011 - Biondi Santi 1079
BRUNELLO DI MONTALCINO TENUTA GREPPO RISERVA 2010 - Biondi Santi 1079
BRUNELLO DI MONTALCINO VIGNA SCHIENA D’ASINO 2010 - Mastrojanni 1243
BRUNELLO DI MONTALCINO VIGNA SOCCORSO 2011 - Tiezzi 1364
CABERNET SAUVIGNON LIENÀ 2013 - Chiappini 1134
CABRAIA 2013 - Gualdo del Re 1195
CAMALAIONE 2010 - Le Cinciole 1227
CAMARTINA 2012 - Querciabella 1298
CARMIGNANO TREFIANO RISERVA 2012 - Capezzana 1096
CAVALLI TENUTA DEGLI DEI 2013 - Tenuta degli Dei 1329
CEPPARELLO 2013 - Isole e Olena 1210
CHIANTI CLASSICO BORRO DEL DIAVOLO RISERVA 2012 - Ormanni 1254
CHIANTI CLASSICO GRAN SELEZIONE 2013 - Tenuta di Lilliano 1336
CHIANTI CLASSICO GRAN SELEZIONE CASTELLO DI BROLIO 2013 - Barone Ricasoli 1072
CHIANTI CLASSICO GRAN SELEZIONE COLONIA 2011 - Fèlsina 1183
CHIANTI CLASSICO GRAN SELEZIONE IL PURO VIGNETO CASANOVA 2011 - Castello di Volpaia 1122
CHIANTI CLASSICO GRAN SELEZIONE VIGNETO BELLAVISTA 2013 - Castello di Ama 1112
CHIANTI CLASSICO IL POGGIO RISERVA 2011 - Castello Monsanto 1124
CORTONA SYRAH 2013 - Stefano Amerighi 1063
D’ALCEO 2012 - Castello dei Rampolla 1109
DUEMANI 2013 - Duemani 1148
FILARE 18 2014 - Casadei 1103
FLACCIANELLO DELLA PIEVE 2013 - Fontodi 1184
FSM 2012 - Castello Vicchiomaggio 1129
GRATIUS 2011 - Il Molino di Grace 1208
HIDE 2013 - Bulichella 1084
I BALZINI BLACK LABEL 2013 - I Balzini 1197
I SODI DI SAN NICCOLÒ 2012 - Castellare di Castellina 1107
IL BORRO 2013 - Il Borro 1204
IL CABERLOT 2013 - Il Carnasciale 1205
IL CARBONAIONE 2013 - Podere Poggio Scalette 1277
IL TOCCO 2014 - Colle Bereto 1139
L’APPARITA 2013 - Castello di Ama 1112
LE PERGOLE TORTE 2013 - Montevertine 1249
LUPICAIA 2012 - Castello del Terriccio 1110
MASSETO 2013 - Ornellaia 1255
MESSORIO 2013 - Le Macchiole 1229
MILLEEOTTANTATRE 2012 - Usiglian del Vescovo 1367
MONTESODI 2013 - Marchesi Frescobaldi 1239
ORENO 2013 - Tenuta Sette Ponti 1353
PALEO ROSSO 2013 - Le Macchiole 1229
PODERE DELLA CIVETTAJA 2013 - Podere della Civettaja 1271
POGGIO DE’ COLLI 2014 - Piaggia 1262
POGGIO DE’ PAOLI 2012 - Tenuta Lenzini 1345
RIECINE DI RIECINE 2012 - Riecine 1300
SIEPI 2013 - Castello di Fonterutoli 1117
SOLAIA 2013 - Marchesi Antinori 1238
TENUTA DI TRINORO 2014 - Tenuta di Trinoro 1339
TIGNANELLO 2013 - Marchesi Antinori 1238
TREBBIANO VITI DIMENTICHE 2014 - Monteraponi 1247
VIN SANTO DEL CHIANTI CLASSICO 2008 - Lornano 1235
VIN SANTO DI MONTEPULCIANO OCCHIO DI PERNICE 2001 - Avignonesi 1067
VIN SANTO DI MONTEPULCIANO VILLA SANT’ANNA 2007 - Villa Sant’Anna 1377
VINO NOBILE DI MONTEPULCIANO GRANDI ANNATE 2012 - Avignonesi 1067
VINO NOBILE DI MONTEPULCIANO I QUADRI 2013 - Bindella 1077
VINO NOBILE DI MONTEPULCIANO IL NOCIO 2012 - Boscarelli 1081
VINO NOBILE DI MONTEPULCIANO QUERCETONDA 2013 - Le Casalte 1225

Um b r i a

AMELIA VIN SANTO 2012 - La Palazzola 1417
CERVARO DELLA SALA 2014 - Castello della Sala 1401
CHE SYRAH SARÀ 2012 - Madrevite 1424
COLLI DEL TRASIMENO VIN SANTO 2013 - Pucciarella 1432
COLLI PERUGINI ROSSO L’ARRINGATORE 2012 - Goretti 1415
DECUGNANO DEI BARBI DOSAGGIO ZERO 2010 - Decugnano dei Barbi 1407
GRECHETTO FIORFIORE 2014 - Cantina Roccafiore 1396
MARCILIANO 2013 - Falesco 1411
MONTEFALCO SAGRANTINO 25 ANNI 2012 - Arnaldo Caprai 1399
MONTEFALCO SAGRANTINO COLLE ALLE MACCHIE 2012 - Tabarrini 1440
MONTEFALCO SAGRANTINO COLLENOTTOLO 2012 - Tenuta Bellafonte 1441
ORVIETO CLASSICO SUPERIORE CAMPO DEL GUARDIANO 2014 - Palazzone 1429
ORVIETO CLASSICO SUPERIORE LUIGI E GIOVANNA 2013 - Barberani 1386
POGGIO FORNO 2013 - Enrico Neri 1428
TORGIANO ROSSO RUBESCO VIGNA MONTICCHIO RISERVA 2011 - Lungarotti 1422

Ma r c h e

CAMERLANO 2011 - Garofoli 1489
CASTELLI DI JESI VERDICCHIO CLASSICO SAN PAOLO RISERVA 2013 - Pievalta 1522
CASTELLI DI JESI VERDICCHIO CLASSICO UTOPIA RISERVA 2013 - Montecappone 1515
CASTELLI DI JESI VERDICCHIO CLASSICO VILLA BUCCI RISERVA 2014 - Bucci 1463
CONERO DORICO RISERVA 2011 - Alessandro Moroder 1516
CONERO FOLLE RISERVA 2011 - La Calcinara 1496
CONERO SASSI NERI RISERVA 2012 - Fattoria Le Terrazze 1482
CONERO VIGNETI DEL PARCO RISERVA 2011 - Moncaro 1513
JUREK DILECTUM DOMINI BRUT - Muròla 1517
KURNI 2014 - Oasi degli Angeli 1518
LU KONT 2013 - Il Conte Villa Prandone 1493
MERLOT PIX 2012 - Boccadigabbia 1460
OFFIDA PECORINO IO SONO GAIA NON SONO LUCREZIA 2014 - Le Caniette 1499
OFFIDA ROSSO LUDI 2013 - Velenosi 1542
PATHOS 2014 - Santa Barbara 1528
PELAGO 2012 - Umani Ronchi 1540
PIUS IX MASTAI 2014 - Il Pollenza 1495
SOLO 2014 - Fattoria Dezi 1479
VERDICCHIO DEI CASTELLI DI JESI CLASSICO SUPERIORE BALCIANA 2014 - Sartarelli 1531
VERDICCHIO DEI CASTELLI DI JESI CLASSICO SUPERIORE TERRE DI SAMPAOLO 2014 - Piersanti 1521
VERDICCHIO DEI CASTELLI DI JESI CLASSICO SUPERIORE VILLA TALLIANO 2015 - Mancini 1507
VERDICCHIO DEI CASTELLI DI JESI PASSITO IKÒN 2012 - Casalfarneto 1467
VERDICCHIO DI MATELICA JERA RISERVA 2012 - Borgo Paglianetto 1461
VIDACILIUS 2011 - Lumavite 1505

L a z i o

BRECCETO 2015 - Trappolini 1594
CABERNET FRANC ARS MAGNA 2013 - Ômina Romana 1580
CESANESE DEL PIGLIO SUPERIORE TORRE DEL PIANO RISERVA 2013 - Casale della Ioria 1555
CESANESE DI AFFILE CAPOZZANO RISERVA 2014 - Formiconi 1569
FERENTANO 2014 - Falesco 1566
FIORANO BIANCO 2014 - Tenuta di Fiorano 1587
HABEMUS 2014 - San Giovenale 1586
NOTTURNO DEI CALANCHI 2013 - Paolo e Noemia d’Amico 1564
OLEVANO ROMANO CESANESE CIRSIUM RISERVA 2012 - Damiano Ciolli 1560
POGGIO DELLA COSTA 2015 - Sergio Mottura 1577
STILLATO 2014 - Terre dei Pallavicini 1592

Ab r u z z o

CERASUOLO D’ABRUZZO PIÈ DELLE VIGNE 2014 - Cataldi Madonna 1605
CLEMATIS 2011 - Zaccagnini 1631
MONTEPULCIANO D’ABRUZZO 2013 - Emidio Pepe 1621
MONTEPULCIANO D’ABRUZZO 2012 - Valentini 1628
MONTEPULCIANO D’ABRUZZO COLLINE TERAMANE NEROMORO RISERVA 2012 - Nicodemi 1619
MONTEPULCIANO D’ABRUZZO COLLINE TERAMANE OINOS 2012 - San Lorenzo 1624
MONTEPULCIANO D’ABRUZZO COLLINE TERAMANE ZANNA RISERVA 2011 - Dino Illuminati 1612
MONTEPULCIANO D’ABRUZZO I VASARI 2013 - Barba 1600
MONTEPULCIANO D’ABRUZZO INFERI RISERVA 2012 - Marramiero 1616
MONTEPULCIANO D’ABRUZZO MAZZAMURELLO 2013 - Torre dei Beati 1627
MONTEPULCIANO D’ABRUZZO SPELT RISERVA 2012 - La Valentina 1613
MONTEPULCIANO D’ABRUZZO TERRA DEI VESTINI SANTINUMI RISERVA 2010 - Marchesi De’ Cordano 1615
MONTEPULCIANO D’ABRUZZO VECCHIE VIGNE RISERVA 2012 - Gentile 1611
MONTEPULCIANO D’ABRUZZO VILLA GEMMA 2011 - Masciarelli 1617
PECORINO 2015 - Tiberio 1626
TREBBIANO D’ABRUZZO IN PETRA 2015 - Chiusa Grande 1606
TREBBIANO D’ABRUZZO VIGNETO DI POPOLI 2014 - Valle Reale 1629
TULLUM PECORINO BIOLOGICO 2015 - Feudo Antico 1610

Mo l i s e

AGLIANICO DEL MOLISE BIORGANIC 2014 - Di Majo Norante 1641
TINTILIA DEL MOLISE 2013 - Terresacre 1646

Ca m p a n i a

AGLIANICO DEL TABURNO TERRA DI RIVOLTA RISERVA 2013 - Fattoria La Rivolta 1680
AGLIANICO DEL TABURNO VIGNA CATARATTE RISERVA 2009 - Fontanavecchia 1683
ASPRINIO DI AVERSA SANTA PATENA 2013 - I Borboni 1687
CILENTO FIANO PIETRAINCATENATA 2014 - Luigi Maffini 1697
COSTA D’AMALFI FURORE BIANCO FIORDUVA 2015 - Marisa Cuomo 1676
FIANO DI AVELLINO EXULTET 2014 - Quintodecimo 1710
FIANO DI AVELLINO SARNO 1860 2015 - Tenuta Sarno 1860 1719
GRECO DI TUFO VIGNA CICOGNA 2015 - Benito Ferrara 1681
ISCHIA BIANCOLELLA TENUTA FRASSITELLI 2015 - Casa D’Ambra 1668
MONTEVETRANO 2014 - Montevetrano 1701
OI NÌ 2013 - Tenuta Scuotto 1720
SABBIE DI SOPRA IL BOSCO 2014 - Nanni Copé 1703
STRIONE 2011 - Cantine Astroni 1663
TAURASI CAMPORE RISERVA 2007 - Terredora 1722
TAURASI PIANO DI MONTEVERGINE RISERVA 2011 - Feudi di San Gregorio 1682
TAURASI RADICI RISERVA 2009 - Mastroberardino 1700
TAURASI RISERVA 2007 - Perillo 1707

Pu g l i a

ALBERELLI DI NEGROAMARO DAL 1947 2012 - L’Astore Masseria 1775
CASTEL DEL MONTE NERO DI TROIA OTTAGONO RISERVA 2013 - Torrevento 1815
CASTEL DEL MONTE NERO DI TROIA PUER APULIAE RISERVA 2011 - Rivera 1793
CERASA 2015 - Michele Calò e Figli 1745
D’ARAPRÌ GRAN CUVÉE XXI SECOLO 2009 - D’Araprì 1760
ETTORE 2012 - Cantine Elda 1762
FIVE ROSES 72° ANNIVERSARIO 2015 - Leone de Castris 1777
GIOIA DEL COLLE PRIMITIVO MURO SANT’ANGELO CONTRADA BARBATTO 2013 - Tenute Chiaromonte 1810
GIOIA DEL COLLE PRIMITIVO POLVANERA 17 2013 - Polvanera 1791
GIOIA DEL COLLE PRIMITIVO SONYA 2014 - Imperatore 1772
GRATICCIAIA 2012 - Vallone 1818
LE BRACI 2010 - Garofano Vigneti e Cantine 1769
MOSCATO SECCO MACCONE 2015 - Donato Angiuli 1737
PRIMITIVO DI MANDURIA ES 2014 - Gianfranco Fino 1767
PRIMITIVO DI MANDURIA SESSANTANNI 2013 - Cantine San Marzano 1798
ROHESIA 2015 - Cantele 1749
SALICE SALENTINO ROSSO IMMENSUM RISERVA 2012 - Candido 1747

Ba s i l i c a t a

AGLIANICO DEL VULTURE DON ANSELMO 2012 - Paternoster 1843
AGLIANICO DEL VULTURE MASQITO GOLD 2011 - Colli Cerentino 1831
AGLIANICO DEL VULTURE SUPERIORE LA FIRMA 2012 - Cantine del Notaio 1829
AGLIANICO DEL VULTURE SUPERIORE SERPARA 2011 - Vigneti Re Manfredi 1850
AGLIANICO DEL VULTURE SUPERIORE STORICO 2012 - Basilisco 1826
AGLIANICO DEL VULTURE SUPERIORE STUPOR MUNDI RISERVA 2011 - Carbone 1830
MATERA MORO MALANDRINA 2013 - Masseria Cardillo 1841

Ca l a b r i a

160 ANNI 2013 - Ippolito 1845 1870
GRAVELLO 2014 - Librandi 1875
MURANERA 2014 - Tenuta Iuzzolini 1888
PETELIA 2015 - Ceraudo 1863
PETRAMOLA 2015 - Serracavallo 1885
ROSA SPINA 2015 - Malaspina 1878

S i c i l i a

BIANCA DI VALGUARNERA 2014 - Duca di Salaparuta 1923
CONTEA DI SCLAFANI ROSSO DEL CONTE 2012 - Tasca D’Almerita 1957
ELORO PACHINO RISERVA 2009 - Marilina 1945
ELORO NERO D’AVOLA FONTANELLE 2011 - Curto 1918
ETNA BIANCO SALISIRE 2011 - Vivera 1963
ETNA BIANCO SUPERIORE PIETRA MARINA 2012 - Benanti 1905
ETNA ROSSO ARCURÌA 2014 - Graci 1937
ETNA ROSSO CONTRADA RAMPANTE 2014 - Pietradolce 1952
ETNA ROSSO FEUDO 2014 - Girolamo Russo 1954
FRANCHETTI 2014 - Passopisciaro 1950
MARSALA SUPERIORE SEMISECCO AMBRA DONNA FRANCA RISERVA - Florio 1933
MARSALA VERGINE SECCO RISERVA 1980 - Cantine Intorcia 1908
NEROBUFALEFFJ 2011 - Gulfi 1938
PASSITO DI PANTELLERIA BEN RYÉ 2014 - Donnafugata 1922
PASSITO DI PANTELLERIA BUKKURAM SOLE D’AGOSTO 2013 - Marco De Bartoli 1920
PASSITO DI PANTELLERIA NES 2014 - Carlo Pellegrino 1951
SICILIA GRILLO LALÙCI 2015 - Baglio del Cristo di Campobello 1903
SILENZIO 2014 - Coste Ghirlanda 1916
VECCHIO SAMPERI - Marco De Bartoli 1920

S a r d e g n a

ALGHERO LIQUOROSO ANGHELU RUJU RISERVA 2005 - Sella & Mosca 1999
ANTONIO ARGIOLAS 100 2012 - Argiolas 1968
BARRUA 2013 - Agricola Punica 1967
CARIGNANO DEL SULCIS GAVINO RISERVA 2013 - Mesa 1992
FESTA NORÌA - Cantina Santadi 1976
HASSAN 2013 - Tenuta Asinara 2001
SU’ENTU PASSITO 2014 - Cantine Su’entu 1981
TURRIGA 2012 - Argiolas 1968
VERNACCIA DI ORISTANO RISERVA 1991 - Attilio Contini 1984

I TASTEVIN DI VITAE 2017

Valle d’Aosta
VALLE D’AOSTA VUILLERMIN 2014 - Feudo di San Maurizio

Piemonte
BOCA 2011 - Le Piane

Lombardia
FRANCIACORTA EXTRA BRUT CUVÉE LUCREZIA ETICHETTA NERA 2006 - Castello Bonomi

Veneto
VALDADIGE TERRADEIFORTI CASETTA FOJA TONDA 2012 - Albino Armani

Trentino
GRANATO 2013 - Foradori

Alto Adige
ALTO ADIGE BIANCO APPIUS 2011 - Cantina San Michele Appiano

Friuli Venezia Giulia
TAL LÙC SPECIAL CUVÉE - Lis Neris

Liguria
RIVIERA LIGURE DI PONENTE PIGATO LE RUSSEGHINE 2015 - Bruna

Emilia
COLLI BOLOGNESI CABERNET SAUVIGNON BONZARONE 2013 - Tenuta Bonzara

Romagna
ROMAGNA SANGIOVESE VIGNA DEL GENERALE RISERVA 2013 - Fattoria Nicolucci

Toscana
CHIANTI CLASSICO IL POGGIO RISERVA 2011 - Castello Monsanto

Umbria
TORGIANO ROSSO RUBESCO VIGNA MONTICCHIO RISERVA 2011 - Lungarotti

Marche
PELAGO 2012 - Umani Ronchi

Lazio
BRECCETO 2015 - Trappolini

Abruzzo
MONTEPULCIANO D'ABRUZZO COLLINE TERAMANE NEROMORO RISERVA 2012 - Nicodemi

Molise
TINTILIA DEL MOLISE 2013 - Terresacre

Campania
COSTA D’AMALFI FURORE BIANCO FIORDUVA 2015 - Marisa Cuomo

Puglia
GRATICCIAIA 2012 - Vallone

Basilicata
AGLIANICO DEL VULTURE DON ANSELMO 2012 - Paternoster

Calabria
PETELIA 2015 - Ceraudo

Sicilia
MARSALA SUPERIORE SEMISECCO AMBRA DONNA FRANCA RISERVA - Florio

Sardegna
ANTONIO ARGIOLAS 100 2012 – Argiolas

"Prosecco Superiore d’Autunno – Festival della Cultura Enologica"

I colori dell'autunno danno il via al Festival della cultura enologica delle terre del prosecco
Dal 1° novembre al 4 dicembre 2016, un ricco programma di eventi con mostre, degustazioni, visite guidate ed importanti convegni dedicati alla vitivinicoltura.


“Promuovere la cultura, l’identità, i paesaggi, i territori del vino”. Questa la premessa che ha fatto sì che l’area inserita nel triangolo tra Conegliano, Vittorio Veneto e Valdobbiadene, venisse dichiarata Città Europea del Vino 2016. Non era mai accaduto prima che un territorio nel suo complesso, e non una singola città, venisse preso come riferimento europeo di un intero comparto produttivo. Su queste basi, il Comitato Provinciale UNPLI Treviso, già promotore della Rassegna Primavera del Prosecco Superiore, presenta "Prosecco Superiore d’Autunno – Festival della Cultura Enologica", con l'intento di promuovere il territorio a 360°. 

Ed ha scelto l'autunno per farlo, un periodo indubbiamente affascinante per i suoi giochi di colori e l'aspetto magico che fa assumere a questi luoghi. Un momento ideale per conoscere ed apprezzare un'area, che di fatto coincide con quella della denominazione Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg, a dimostrazione che questo territorio gode di notevole apprezzamento sia a livello nazionale che internazionale. L'invito è aperto a tutti: cittadini, turisti e appassionati. a cui sarà proposto un modo alternativo di visitare il Conegliano Valdobbiadene, insieme alle bellezze dei luoghi, ai suoi prodotti enogastronomici, agli aspetti storico culturali e tutto quello che le Terre del Prosecco hanno da offrire.

Nel programma si evidenziano importanti approfondimenti su temi legati al settore viticolo enologico, nonché turistico: in particolare la relazione tra “Vite e Energia” presentando un Progetto svolto a Vilafranca de Penedès in Spagna, area del Cava, sulla valorizzazione di biomasse provenienti dalla potatura di vigna, e messo in relazione con le attività analoghe che si svolgono nel territorio del Prosecco Superiore. 

Inoltre “Vite e Territorio” e “Viticoltura e turismo sostenibile” saranno gli altri temi che verranno sviluppati nei giorni del festival, per approfondire le implicazioni sull’ambiente dovute ai cambiamenti climatici e discutere di turismo responsabile. A coronamento di queste giornate, si terrà a Valdobbiadene l’assemblea nazionale dei sindaci delle Città del Vino, rappresentative del patrimonio vitivinicolo e paesaggistico nazionale.

Tenevo infine a precisare che la proclamazione di quest'area a Città Europea del Vino 2016, è merito senza dubbio di una storia e di una tradizione dalle radici salde e di un presente fatto di alta professionalità e di grande maturità. Dalla Scuola Enologica di Conegliano alla Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano Valdobbiadene, le più antiche d’Italia, dall’Università e dal Centro di ricerca sperimentale ad un comparto di aziende che esporta in tutto il mondo, ben rappresentato dal Consorzio di Tutela Conegliano Valdobbiadene Docg Prosecco Superiore. Tutto ciò ha portato ad uno sviluppo del territorio stesso, identificando i tratti di un paesaggio che è oggi candidato a diventare Patrimonio dell’Umanità Unesco.


IL PROGRAMMA


MARTEDÌ 1 NOVEMBRE

• COMBAI DI MIANE
72ª Festa dei Marroni di Combai
Giornata conclusiva della manifestazione
Ore 14.00 Passeggiata sul sentiero di Comby
Nell’abito della manifestazione sarà consegnato l’Attestato Ambassador CEV 2016 all’Associazione Produttori del Marrone di Combai - Premio alla valorizzazione di un prodotto Igp del territorio.
Nello splendido borgo di Combai si svolge ogni anno nel mese di ottobre la manifestazione dedicata al marrone Igp locale. Una festa all’insegna dei prodotti tipici e della passione per il territorio: prodotti locali, artigianato, ma anche natura, sport e spettacolo.
GIOVEDÌ 3 NOVEMBRE

• FOLLINA
Ore 20.30 - Auditorium ex Collegio San Giuseppe
Convegno sul tema: Vite e Energia: i residui della viticoltura e la loro valorizzazione energetica: esperienze a confronto e prospettive”
Interventi:
• Saluto delle Autorità presenti
• Prof. Raffaele Cavalli, Direttore Dipartimento TESAF (Territorio e Sistemi Agroforestali) Università degli Studi di Padova, Attualità del Progetto PRO.S.E.C.CO.
• Prof.Jordi Cuyàs Sole, Coordinador de Projectes Estratègics Ajuntament de Vilafranca del Penedès, Il progetto VINYESxCALOR per chiudere il ciclo della vite
• Dott.ssa Carme Ribes Porta, Segretaria Generale RECEVIN (Rete Europea delle Città del Vino), La cooperazione tra le Città del Vino Europee
• Dott. Riccardo De Gobbi, Direzione, Ricerca, Innovazione ed Energia Regione del Veneto, La politica regionale sulle fonti energetiche con particolare riferimento all’utilizzo delle biomasse
Coordinatore degli interventi Filippo Taglietti Tecnico responsabile Consorzio di Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG.

MARTEDÌ 8 NOVEMBRE

• VALDOBBIADENE
Ore 11.00 - Isiss “Verdi”
Riconoscimento Unesco per le Colline del Prosecco Superiore: come comunicare la candidatura
Intervento del noto attore e regista Nicola Canal, che da diversi mesi spopola su youtube con il suo canale “Canal - Il Canal”.

VENERDÌ 11 NOVEMBRE

• PIEVE DI SOLIGO
Ore 9.00 - Auditorium Battistella - Moccia Seminario sul tema: Vite e Territorio: Analisi idro - meteorologica dell’evento di piena improvvisa del 2 - 3 agosto 2014 sul bacino del Torrente Lierza
Con la partecipazione delle classi quinte del Liceo Scientifico, Liceo Scienze Applicate, Istituto delle Costruzioni, Ambiente e Territorio ISISS Marco Casagrande Pieve di Soligo.
Interventi:
9:00 - 9:15 Saluto delle Autorità presenti
9:15 - 9:40 Dott.ssa Veronica Tornielli, Ordine dei Geologi del Veneto
La lettura geologica del comprensorio per comprendere la risposta alle precipitazioni estreme
9:40 - 10:05 Prof. Andrea Pitacco, Dipartimento DAFNAE Università degli studi di Padova, Il clima cambia: eventi estremi e agricoltura
10:05 - 10:30 Prof. Paolo Tarolli, Dipartimento TESAF Università degli studi di Padova, Coltivare su pendenze estreme: implicazioni idrologiche e geomorfologiche
10:30 - 11:00 Coffee Break
11:00 - 11:25 Prof. Marco Borga, Dipartimento TESAF
Università degli studi di Padova, La piena del 2 - 3 agosto 2014 e le implicazioni per la gestione del rischio nel Comprensorio Prosecco
11:25 - 11:50 Prof. Vincenzo D’Agostino, Dipartimento TESAF
Università degli studi di Padova, Controllare frane e alluvioni nelle colline del Prosecco
11:50 - 12:15 Dott. Alvise Luchetta, Genio Civile di Treviso, Peculiarità degli interventi sul bacino del Lierza e programmi futuri.
Coordinamento degli interventi: Proff. Paolo Tarolli e Marco Borga
Dipartimento TESAF Università degli studi di Padova

VENERDÌ 11 NOVEMBRE

• PIEVE DI SOLIGO - Solighetto (Tv)
Ore 16,00 - Auditorium Villa Brandolini
Convegno:
“Il futuro della viticoltura e del turismo sostenibile nei 50 anni della Strada del Prosecco Superiore”
IL PROGRAMMA
A cura dell’Associazione Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano Valdobbiadene.
Interventi:
Diego Tomasi, Direttore CREA - Centro di Ricerca per la Viticoltura di Conegliano, L’evoluzione della viticoltura nell’area Conegliano Valdobbiadene negli ultimi 50 anni
Filippo Taglietti, Responsabile tecnico Consorzio di Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg”, Le colline di Conegliano Valdobbiadene, un esempio di viticoltura sostenibile
Carlos Veloso Dos Santos, Amministratore Delegato di Amorim Cork Italia, Il Progetto ETICO per la raccolta ed il riciclo dei tappi in sughero
- Paolo Rosso, Direttore Direzione Turismo Regione Veneto, Il valore delle Strade del Vino ed il futuro dell’enoturismo Veneto
- Florence Maffrand, Partnership manager presso Citè du Vin - Bordeaux, Francia, La Cité du Vin: come associare cultura e regioni vinicole del mondo in un luogo iconico
- Martin Franck, Direttore presso Deutsche WeinStrasse / Pfalz, Germania, L’esperienza del turismo enogastronomico nella Deutsche WeinStrasse
Moderatore: Paolo Corbini, Associazione Nazionale Città del Vino
• Ore 20.30
MUNICIPIO DI CONEGLIANO
Piazza Cima, 8 - Sala Consiliare
incontro nel ricordo di Massimo Ferretti, nel 10° anniversario dalla scomparsa.

SABATO 12 NOVEMBRE

• VITTORIO VENETO
Ore 9.30 - Serravalle
(Riservata agli Amministratori Città del Vino)
Visita della città e Palazzo Minucci Partenza dal Centro con gruppi per visita guidata a Serravalle, Palazzo Minucci e Sacrario Bandiere.
Ore 11.00 - Piazza del Popolo
Deposizione di corona in onore dei Caduti Presenza delle 4 Sezioni Alpini con coordinamento da parte di quella di Vittorio Veneto
Ore 12.00 - Piazza del Popolo
Consegna attestato ai Comuni delle prime 10 DOC italiane in occasione del loro 50°
Ore 14.00 - Piazza Giovanni Paolo I
Museo della Battaglia
Breve visita guidata con introduzione a cura della Dott.ssa Maria Cristina Scalet, Direttore del Museo
• REFRONTOLO
Ore 16.00 - Villa Spada
Inaugurazione 3ª Rassegna Nazionale dei Passiti e visita al Molinetto della Croda
Questa manifestazione, mette in mostra e in mescita i migliori vini passiti provenienti da tutta Italia, accompagnandoli con degustazioni di prodotti locali, formaggi e dolci.

DOMENICA 13 NOVEMBRE

• VALDOBBIADENE
Ore 9.30 - Villa dei Cedri
Assemblea Nazionale Città del Vino
Ore 9.45 - Villa dei Cedri
Visita guidata alla Mostra Sensoriale “Terre di Prosecco Conegliano Valdobbiadene verso la candidatura a Patrimonio UNESCO”
ore 10.15 - San Pietro di Barbozza
Visita alla storica sede della Confraternita di Valdobbiadene, ricavata in una “cella vinaria” a tutta volta di Casa Brunoro
• CONEGLIANO
Ore 16.00 - Centro storico
Visita guidata della Città del Cima
(Riservata agli Amministratori Città del Vino)

LUNEDÌ 21 NOVEMBRE

• CISON DI VALMARINO
Ore 20.30 - Teatro “La Loggia”
Convegno #SoligoInRete: “Conegliano Valdobbiadene città europea del vino…e dello sport. Le opportunità ricreative e sportive naturali tra le colline del Prosecco Superiore candidate a Patrimonio UNESCO, tra equitazione, mountain bike, nordic walking e trekking”

SABATO 26 NOVEMBRE

• CONEGLIANO
Ore 17.00 - Vie del Centro
“Mille anni di leggende e misteri Itinerario guidato e degustazione prodotti tipici locali”

SABATO 3 DICEMBRE

• VALDOBBIADENE
Ore 18.00 - Villa dei Cedri
Finissage Mostra Sensoriale “Terre di Prosecco Conegliano Valdobbiadene verso la candidatura a Patrimonio UNESCO”: immagini di grande formato, profumi e musiche di un territorio unico.

DOMENICA 4 DICEMBRE

• VIDOR
Ore 8.00 Prosecco Run
La Prosecco Run, giunta alla 7ª edizione, è una corsa che transita all’interno di 20 cantine del Conegliano Valdobbiadene Docg. Un percorso suggestivo attraverso le colline del Prosecco Superiore.

+ Info www.cev2016.org

venerdì 28 ottobre 2016

Business Strategies: Al via in Cina il roadshow per la promozione del vino made in Italy

Parte il viaggio a tappe "face to face" alla conquista dei wine lovers cinesi
L’azienda fiorentina Business Strategies organizza un evento B2B in cui le cantine incontrano gli importatori e distributori nelle città meno conosciute, ma che hanno maggior potenziale di crescita. Un walk around tasting alla scoperta del nostro territorio con la prima wine school italiana con base a Shanghai. 

Non solo promozione digitale in Cina, ma anche networking 'faccia a faccia' con il mercato e gli appassionati cinesi. È il senso del tour in 4 tappe “Taste Italy! Italian Wine – Buyers Sourcing Roadshow”, l’iniziativa targata Business Strategies che, dal 2 al 5 novembre, porterà alcune cantine italiane in rappresentanza di Toscana, Piemonte, Veneto, Lazio, Umbria e Lombardia alla conquista del mercato cinese. 

Scortati dai sommelier della Taste Italy! Wine Academy (la prima wine school italiana con base a Shanghai interamente dedicata agli enoappassionati cinesi), i produttori incontreranno nelle città di Xi’An, Wu Han, Changsha e Shanghai ben 120 operatori cinesi del vino che saranno accompagnati in walk around tasting alla scoperta dei prodotti del nostro territorio.

Con un intenso programma di incontri B2B, il roadshow partirà mercoledì 2 novembre a Xi’An (8 mln di abitanti), farà tappa a Wu Han (6,6 mln) il giorno seguente e a Changsha (6 mln) venerdì 4 novembre, per concludersi sabato 5 novembre con una media wine dinner a Shanghai.

Per Silvana Ballotta, ceo della società fiorentina che cura l’internazionalizzazione di oltre 500 griffe enologiche da tutta Italia: “Dobbiamo intercettare il crescente interesse per il vino made in Italy nelle città meno conosciute, estendendo la promozione anche al di fuori dei canali consolidati. Questo roadshow – ha concluso Ballotta – porta le nostre cantine in prima linea nello sviluppo di contatti e relazioni con distributori, importatori e media in territori nuovi e dalle grandi potenzialità”.

WINE2WINE 2016. IL BUSINESS DEL VINO E L'EFFICACIA DELLA COMUNICAZIONE INTEGRATA

COLANGELO & PARTNERS SPONSOR UNICO PER ‘WINE2WINE’ 
La terza edizione di Wine2Wine organizzata da Vinitaly International promette il programma più ambizioso di sempre: in evidenza i due seminari ‘The Hottest Trends in Digital Marketing for PR’: le giuste tecniche per utilizzare al meglio il potere dei social media e “The Mastery of Media Trips: Best Practices Before, During and After” su come organizzare in maniera efficace un viaggio stampa.

Colangelo & Partners (www.colangelopr.com), agenzia di pubbliche relazioni e leader nella comunicazione integrata, è stata nominata come unica agenzia sponsor per la terza edizione annuale di Wine2Wine (www.wine2wine.net/), che si terrá il 6 e 7 Dicembre presso il Centro Congressi Veronafiere. 

“Questo riconoscimento conferma la nostra posizione di agenzia leader nel mercato americano per la promozione e la comunicazione dei vini italiani negli Stati Uniti. Siamo molto onorati di aver ricevuto questa importante opportunità” ha dichiarato Gino Colangelo, Presidente dell’agenzia con sede a New York e San Francisco.

In soli tre anni Wine2Wine è cresciuto, diventando il più importante forum in Italia sul business del vino italiano. All’evento partecipano tutti i player coinvolti nella produzione e distribuzione del vino italiano, per condividere gli ultimi trend del mercato, esperienze personali e opportunitá di business che possono influenzare le vendite. Tra i partecipanti che affollano Wine2Wine ogni anno non mancano giornalisti e wine influencers dall’estero.

Stevie Kim, Managing Director di Vinitaly International che ha ideato e ha lavorato duramente per realizzare la manifestazione, ha commentato: “Ho collaborato personalmente con Colangelo & Partners per molti anni e li ho sempre considerati un partner strategico e fondamentale per aiutare i vini italiani ad avere il successo che meritano nel mercato statunitense”.

Durante la terza edizione di Wine2Wine, Colangelo & Partners presenterá due seminari: il primo, intitolato ‘The Hottest Trends in Digital Marketing for PR’ avrá l’obiettivo di condividere gli ultimi strumenti e tecniche al fine di utilizzare al meglio il potere dei social media nelle campagne di comunicazione integrata, per aiutare i manager a comunicare in modo efficace e redditizio il brand al proprio target di riferimento, sia trade che consumer.  Il secondo seminario, intitolato “The Mastery of Media Trips: Best Practices Before, During and After” sará tenuto da Claire Hennessy, responsabile per le pubbliche relazioni dei brand italiani nel portfolio di Colangelo & Partners. Il seminario si focalizzerá su come ideare ed organizzare in maniera efficiente ed efficace un viaggio stampa, partendo dalla scelta ragionata dei giornalisti fino ad arrivare alla produzione di una rassegna stampa in linea con gli obiettivi del viaggio.


About Wine2Wine
Con due edizioni di successo alle spalle, Wine2Wine si prepara all’edizione 2016 con la consapevolezza di essere il piú importante forum in Italia interamente dedicato al mondo del vino. Durante i due giorni della manifestazione, in programma il 6 e 7 Dicembre 2016, Wine2Wine ospiterá conferenze stampa, workshops ed incontri con l’obiettivo di offrire ai produttori italiani, un insieme di informazioni e contatti che possano servire loro a sviluppare il proprio business sia a livello nazionale che internazionale.

About Vinitaly international 
Dal 1998 Vinitaly è la piú grande fiera di vino e spiriti al mondo e, grazie a Vinitaly International il ramo che gestisce la parte estera,  ha avuto la possibilitá di essere presente in Russia, Cina, USA e Hong Kong. A partire da Febbraio 2014 Vinitaly International ha lanciato un progetto educativo, Vinitaly International Academy (VIA), con l’obiettivo di divulgare le eccellenze e le varietá di vino italiano, in tutto il mondo. Quest’anno VIA ha lanciato la seconda edizione del Corso di Certificazione che ad oggi ha formato 54 Italian Wine Ambassadors e 3 Italian Wine Experts.

About Colangelo & Partners
Colangelo & Partners è un’agenzia di pubbliche relazioni che lavora con brand premium del food&wine, con sede a New York e San Francisco. Negli anni l’agenzia ha stabilito forti relazioni con contatti chiave sia tra la stampa di settore che consumer, fondamentali per aiutare i clienti a raggiungere i propri obiettivi di business. Gino Colangelo e i suoi collaboratori hanno alle spalle anni di esperienza sia nel retail e distribuzione che nella comunicazione, una combinazione rara e vincente che permette a Colangelo & Partners un vantaggio competitivo nel capire i bisogni e le modalità di acquisto sia dei consumatori che dei players. L’agenzia si propone come punto di incontro tra la promozione, distribuzione e la comunicazione, al fine di massimizzare gli obiettivi dei propri clienti con risultati tangibili. Fondata nel 2006, nel 2013 Colangelo & Partners è stata premiata come una delle migliori agenzie di comunicazione integrata ricevendo l’Agency Elite Awards e il Digital PR Awards nel 2014 come una delle migliori campagne di digital marketing.

Il futuro dell'agricoltura italiana inizia dalla scuola

Donne in Campo-Cia: “Agricoltura, entri nelle scuole come materia di studio”
Imparare facendo. Educare le nuove generazioni a comprendere l’importanza del settore primario per la crescita del nostro Paese.

La proposta lanciata dalla presidente Mara Longhin oggi all’incontro a Montecitorio con Laura Boldrini e le altre associazioni femminili: “Su questo chiediamo alla presidente della Camera di darci il suo appoggio. Riconoscere valenza educativo-esperienziale delle Fattorie didattiche”.

L’agricoltura entri a pieno titolo nelle scuole come materia trasversale di studio. Per educare le nuove generazioni a un’alimentazione sana e corretta, alla tutela dell’ambiente e all’importanza del settore primario per la crescita del Paese. E’ la proposta lanciata dalle Donne in Campo-Cia, che hanno chiesto l’appoggio della presidente della Camera Laura Boldrini per trasformare un auspicio in un progetto vero e proprio.

L’occasione è stata l’incontro che si è tenuto oggi a Montecitorio, dal titolo “Le donne condizione della crescita”, tra la Boldrini, le componenti femminili di sindacati e associazioni di categoria e le deputate dell’Intergruppo parlamentare per le donne, i diritti e le pari opportunità.

“Bisogna riconoscere la valenza educativo-esperienziale delle Fattorie didattiche, che oggi ospitano centinaia di scolaresche nelle aziende agricole - ha spiegato la presidente nazionale di Donne in Campo, Mara Longhin, nel suo intervento -. Le Fattorie didattiche sono un’esperienza straordinaria e innovativa che rientra nella modalità di apprendimento basata sull’imparare facendo”.

Quindi incoraggiare gli studenti di tutte le età a fare esperienza diretta sui campi per la crescita formativa e l’educazione a un’alimentazione corretta e consapevole. “Si tratta di un investimento a lungo termine - ha aggiunto Longhin -. E’ necessario investire nella conoscenza per far diventare i giovani di oggi cittadini consapevoli di domani. Perché, indipendentemente dall’appartenenza o meno al mondo agricolo, ognuno deve avere la consapevolezza che con le sue scelte determinerà il futuro di un territorio, dell’agricoltura italiana”.

AGRITURISMO E' BOOM PER LE FESTE

IN 400MILA LO SCELGONO PER IL PONTE DI OGNISSANTI
DALLA VENDEMMIA ALL’OLIO NUOVO DALLA RICERCA DEI FUNGHI ALLO SPETTACOLO DEL FOLIAGE.

Sono quasi 400mila gli italiani che quest'anno hanno scelto l'agriturismo per il lungo week end di Ognissanti cogliendo l’occasione di sfruttare l’ultimo “ponte” del 2016 prima delle festività di Natale e fine anno. 

E’ quanto rileva la Coldiretti nel sottolineare che si tratta di una fetta consistente dei 7 milioni di italiani che secondo Federalberghi hanno deciso di andare in vacanza per il lungo ponte di ognissanti, dormendo almeno una notte fuori.

Anche grazie alla collocazione più favorevole della festività rispetto allo scorso anno, le partenze complessivamente sono aumentate anche sotto la spinta delle previsioni favorevoli. Il conveniente rapporto prezzo/qualità premia l’agriturismo dove, secondo le elaborazioni Terranostra-Coldiretti sull'entità delle prenotazioni giunte alle aziende agrituristiche, è soprattutto l’attività di ristorazione ad essere apprezzata dai vacanzieri.

Sono in molti però quelli che scelgono di fare un break in campagna alla ricerca dei frutti dell'autunno, dai funghi alle castagne ma anche per assistere alle attività di raccolta delle olive e alla molitura o la vendemmia che in molti territori quest'anno non sono ancora terminate per l'andamento climatico anomalo. Ma c’è anche chi si accontenta di passeggiare nei boschi per osservare il foliage quel fenomeno spontaneo per cui alcune specie di alberi in autunno cambiano il colore delle loro foglie, passando dal verde al giallo, l'arancione, il rosso e il marrone. Un evento naturale che si trasforma in un grande spettacolo, con centinaia di fan armati di scarponcini e macchina fotografica.

Se la buona tavola è una delle ragioni principali per scegliere gli agriturismi italiani, ad attrarre i vacanzieri è anche la ricca offerta di attività all'aria aperta che - sottolinea la Coldiretti - va dalle fattorie didattiche per i più piccoli all'equitazione, tiro con l'arco, trekking, in quasi la metà non mancano attività culturali come la visita di percorsi archeologici o naturalistici particolarmente apprezzate in tempi di funghi, tartufi e castagne. Molto interesse infatti riscuotono tra i buongustai le tradizionali sagre d’autunno per scoprire tradizioni gastronomiche locali attraverso piatti tipici a base di queste specialità.

L’agriturismo ha avuto una crescita record in Italia con un +33% in dieci anni che fa del nostro Paese il leader mondiale delle vacanze in campagna, secondo l’analisi della Coldiretti sulla base dei dati Istat che rilevano la presenza sul territorio nazionale di ben 22238 strutture agrituristiche attive, con circa un terzo che è gestito da donne.

Olio Extra Vergine di Oliva 2016. Ecco dove trovarlo e consigli per gli acquisti

Arriva l'olio nuovo nei mercati di Campagna Amica, da Milano a Roma fino a Lecce
Domani sabato e domenica 29 e 30 Ottobre.


Un intero weekend dedicato lungo lo Stivale al prodotto simbolo della dieta mediterranea anche per i tanti turisti italiani e stranieri che colgono l’occasione del lungo ponte di Ognissanti per fare un po’ di vacanza alla scoperta del patrimonio enogastronomico locale.

Arriva in Italia l’olio nuovo e per aiutare i consumatori a fare scelte di acquisto consapevoli la Coldiretti promuove infatti nei mercati di Campagna Amica iniziative di conoscenza con spremiture dal vivo, degustazioni guidate e consigli per riconoscere il vero Made in Italy dalle etichette ma anche per fare le giuste scelte di abbinamento con i piatti serviti a tavola. Saranno anche rese note le previsioni produttive in Italia in una annata del tutto anomala con il raccolto destinato all’ extravergine nazionale stimato quest’anno in forte calo, con il conseguente aumento del rischio di frodi ed inganni che saranno svelati nell’occasione.

L’appuntamento è fissato nei mercati di Campagna Amica durante il week end a partire dalla prima mattina del 29 Ottobre da Roma al Circo Massimo in Via San Teodoro 74 con squisite degustazioni e il gioco “Di che olio sei?” a Milano dove lo stesso giorno nel mercato in via Ripamonti ci saranno assaggi guidati di olii monovarietali italiani e consigli pratici del "sommelier "dell' olio”, dal laboratorio didattico con degustazioni per grandi e piccini a Bologna nel mercato al centro commerciale Navile in via Colombo 7 a quello di Sassari nell’Emiciclo Garibaldi fino Palermo a Villa Sperlinga con degustazioni di olio con bruschette ma anche patè e olive da mensa come ad Agrigento (Piazzale Ugo la Malfa), a Catania (Piazza Verga) e Trapani (Lungomare Dante Alighieri) mentre a Pistoia al mercato in via dell’Annona bruschette di olio nuovo come in molte altre città. Degustazioni anche alla mattina del 30 Ottobre dal mercato di Piazza Solferino a Torino fino a Lecce in Piazza Bottazzi e Ludovico Ariosto ed in molte altre città.

ALCUNI APPUNTAMENTI PER L’OLIO NUOVO CON CAMPAGNA AMICA

Roma - Il Mercato del Circo Massimo (via S.Teodoro, 74) sabato 29 ottobre, dalla prima mattina, propone ai consumatori il grande gioco: “Di che olio sei?”. Assaggiando l'olio, si dovrà indovinare l'area di produzione delle diverse varietà di olio extravergine di oliva.

Milano – Al mercato di via Ripamonti sabato 29 ottobre mattina assaggi guidati di olii monovarietali italiani con il "sommelier "dell'olio.

Bologna - sabato 29 ottobre, al mercato di Campagna Amica che si svolge al centro commerciale Navile in via Colombo 7, dalle 9.00 alle 12.30, si terrà un laboratorio didattico per grandi e piccini e degustazione finale guidata dai esperti dell’olio delle colline bolognesi.

Trieste – sabato 29 ottobre per tutta la mattina al mercato di campagna Amica in campo San Giacomo degustazioni guidate e spiegazioni sulla produzione di olio in Friuli venezia Giulia

Rende (Cosenza) - Sabato 29 ottobre al mercato di Campagna Amica consigli anti truffa dei tutor di Campagna Amica e assaggio del primo olio d'annata come a Lametia Terme (Catanzaro) nel centro commerciale Due Mari

Palermo – Sabato 29 ottobre a Villa Sperlinga degustazioni olio con bruschette ma anche patè e olive da mensa come ad Agrigento (Piazzale Ugo la Malfa), a Catania (Piazza Verga) e Trapani (Lungomare Dante Alighieri)

Bordighera (Imperia) e Sarzana (Savona) – Nel mercato di Campagna Amica di piazza Eroi della Liberta a Bordighera e presso la Scuola Agraria di Sarzana sabato 29 ottobre degustazioni guidate di olio nuovo. A Sarzana i ragazzi a lezione di olio con il capo Panel Marco Lucchi.

Aulla (Massa Carrara) e Pistoia – Bruschette on olio nuovo e degustazione dei prodotti dei mercati di Campagna Amica di Aulla (piazza Roma) e di Pistoia (via dell’Annona) nella mattinata di sabato 29 ottobre.

Senigallia (Ancona) e Fermo – Presso il mercato di Campagna Amica di Senigallia (Portici Ercolani) e quello di Fermo in piazza Dante (solo mattina), sabato 29 ottobre olio nuovo ed allegria con degustazioni di olio e di bruschette.

Sassari – All’Emiciclo Garibaldi per tutta la mattina di sabato 29 ottobre laboratori didattici con analisi chimiche e sensoriali su olive e olio e degustazione di pane abbrustolito.

Caserta - All’interno della Reggia, sabato 29 e domenica 30 “villaggio” regionale di Campagna Amica con degustazioni di olio extravergine anche in occasione del raduno dei Bersaglieri.

Taranto – In Piazza Maria Immacolata, in occasione della gara ad ostacoli numero uno al mondo, la Spartan Race, sabato 29 e domenica 30 ottobre degustazioni guidate, street food con fritture a base di olio d’oliva extravergine, infopoint sulla qualità e cosmetici all’ olio d’oliva.

Castelvetro (Modena) – Festa della spremitura delle olive presso l’Azienda agricola Giannelli Urbano – Agriturismo La Barbera (via Lunga, 28) per tutta domenica 30 ottobre con dimostrazione di raccolta e degustazione di bruschette e prodotti a km 0.

Torino – Al mercato di Campagna Amica di via Solferino, per tutta la giornata di domenica 30 ottobre, degustazioni e vendita diretta di oli liguri, trasformati e olive.

Lecce – In piazza Bottazzi (mattina) e in piazza Ludovico Ariosto (tutto il giorno) domenica 30 ottobre degustazioni guidate di olio d’oliva e mini corso “controllo panel”

Vino&Salute. Una nuova scoperta scientifica sul Resveratrolo

Resveratrolo, amico delle vie aeree
Un nuovo studio dagli Stati Uniti ha scoperto il meccanismo utilizzato dal composto presente nell'uva e nel vino rosso nel controllare l'infiammazione indotta da un agente patogeno collegato alle malattie superiori delle vie respiratorie quali asma, BPCO – Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva e nell'otite media.


Continuano senza sosta nuove scoperte sui benifici del resveratrolo, il celebre polifenolo della classe degli stilbeni presente nell'uva e nel vino rosso. Questa molecola infatti, già nota per le sue proprietà antiossidanti, è stata oggetto di numerosissime ricerche che hanno portato alla luce in particolare i suoi benefici sulla prevenzione di alcune malattie cardiovascolari, la cura del diabete ed il buon funzionamento del cervello. Una nuova ricerca ne ha ora messo in evidenza le sue potenzialità nel trattamento di alcune severe malattie delle vie respiratorie. 

Il nuovo studio arriva dalla Georgia State University di Atlanta negli Stati Uniti, pubblicato dal direttore dell’Istituto di Scienze Biomediche Jian-Dong Li e dai suoi collaboratori su Scientific Reports. Questa nuova ricerca ha infatti svelato un nuovo possibile meccanismo d’azione del resveratrolo che potrebbe portare allo sviluppo di nuovi trattamenti contro le infiammazioni.

Gli studi di Li e collaboratori, condotti sui topi, hanno infatti svelato che il resveratorlo riduce l’espressione di mediatori dell’infiammazione indotta dall’Haemophilus influenzae ‘non caratterizzabile’ (NTHi), un patogeno associato a malattie infiammatorie delle vie aeree superiori, come l’asma e la broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco), e a infiammazioni dell’orecchio medio (la cosiddetta otite media).

In particolare, nelle cellule epiteliali delle vie aeree e dei polmoni dei topi il resveratrolo aumenta i livelli di una particolare forma di MyD88 (definita ‘MyD88 short’), proteina che agisce come vero e proprio freno molecolare all’infiammazione indotta da NTHi.

Attualmente per il trattamento delle infezioni da NTHi, si ricorre all'utilizzo degli antibiotici, ma con l'aumento di batteri antibiotico-resistenti ed il successo limitato dei prodotti farmaceutici attualmente disponibili utilizzati per gestire i sintomi che queste malattie comportano, si è presentata la necessiatà urgente per lo sviluppo di terapie alternative. I risultati dello studio ora aiuteranno a sviluppare nuove strategie terapeutiche. Prossimamente quindi, derivati del resveratrolo potranno essere usati come agenti farmacologici per sopprimere l'infiammazione.

AGRITURISMO: NEGLI ULTIMI ANNI UNA VACANZA "RIVOLUZIONARIA"

Da quasi vent’anni una crescita continua per un marchio tutto italiano
Ad AgrieTour il punto del settore con la migliore offerta del comparto a confronto con i buyer. che quest'anno festeggia i suoi primi quindici anni. Ad Arezzo Fiere dall’11 al 13 novembre.

I numeri parlano chiaro, dal 1998 a oggi il settore è cresciuto del 129% segnando record su tutti i fronti. Dalle 9.718 strutture di allora infatti si è oggi arrivati a 22.238 agriturismi autorizzati. Una crescita costante se si pensa che dal 2003 è stata del 70,8% e solo dall’ultimo anno a oggi del 2,3%. Oltre 11 milioni di “agrituristi” all’anno. Una azienda su tre è al femminile. Il 50% punta sulla ristorazione a Km “0”. 

«Una crescita che possiamo motivare con diversi fattori – afferma Valentina Canali, direttore generale vicario di Agro Camera (già Azienda Romana Mercati), storico partner-scientifico di AgrieTour – a partire dalla tendenza spiccata delle nostre imprese agricole di puntare sulla multifunzionalità attraverso forme di diversificazione e innovazione».

La crescita è più consistente nel Centro (+5,1%), rispetto al Nord (+1,7%), mentre nel Mezzogiorno (Sud e Isole) si registra un calo (-1,1%). La risposta del mercato è altresì positiva: nel 2015 infatti, secondo l’indagine ISTAT sul movimento dei clienti negli esercizi ricettivi, le presenze (numero di notti) degli ospiti negli agriturismi ammontano a 11,3 milioni (+4,9% rispetto al 2014). Tra le curiosità che più di un’azienda agrituristica su tre (36,1%), è a conduzione femminile. La maggiore concentrazione di aziende gestite da donne si rileva in Toscana (1.791aziende, che rappresentano il 40,8% delle aziende della regione e l’8,0% di quelle nazionali).

La cucina tradizionale. Un agriturismo su due (il 50,4%) offre il servizio di ristorazione, un dato che oltretutto è in crescita di anno in anno. La cucina insomma è uno degli elementi che per l’agriturista rappresentano un motivo di attrazione tanto che ad oggi risultano oltre 430 mila posti a sedere, + 137% rispetto al 1998. Di queste aziende il 13.4% fa solo ristorazione, ma il 72,8% abbina il servizio a quello dell’ospitalità. Ci sono anche agriturismi che fanno degustazione (il 27,8%). Non a caso ad Arezzo si svolge l’unico Campionato di cucina contadina, che anche quest’anno vedrà recuperare ricette della tradizione regionale cucinate dagli agriturismi in concorso.

Il punto del settore sarà fatto ad Arezzo Fiere e Congressi dall’11 al 13 novembre in occasione della quindicesima edizione di AgrieTour, il salone nazionale dell’agriturismo e dell’agricoltura multifunzionale, l’unico grande appuntamento in Italia dedicato al mondo della vacanza rurale che torna in scena con tanti appuntamenti in programma.

«Agriturismo è una parola del Made in Italy che nel mondo vale come “spaghetti” perché è un marchio nato, cresciuto e normato solo e soltanto in Italia – spiega Andrea Boldi, presidente di Arezzo Fiere - un modello di turismo che è stato studiato nel mondo da altri paesi e che solo in Italia ha una normativa che ne regola le attività e che proprio qui ad AgrieTour in quindici anni ha visto discutere della sua evoluzione».

AgrieTour sarà come al solito suddiviso in aree tematiche a partire da AgrieTour Bimbi, lo spazio promosso da Agrigiochiamo e dedicato al fenomeno delle Fattorie Didattiche che anche quest’anno promuoverà momenti di incontro oltre che laboratori didattici per i più piccoli e l’incontro tra domanda e offerta. L’apicoltura tornerà ad essere protagonista con ApieTour, lo spazio dedicato al settore con forniture e incontri sulla legislazione del comparto.

Grande visibilità anche per il cicloturismo, fenomeno in larghissima espansione, che con la quarta edizione di Cicl@Tour metterà in mostra le offerte dei vari territori in riferimento all’agriturismo. Per il terzo anno si conferma la presenza di AgriSocial, l’area dedicata al settore dell’agricoltura che vuole puntare a far confrontare le principali realtà italiane di questo segmento in continua evoluzione che oggi vanta una legge quadro nazionale discussa proprio nei padiglioni di AgrieTour. Per la quindicesima edizione inoltre sono in divenire numerose importanti novità che renderanno questo appuntamento ancora più importante per il settore.

Il programma della manifestazione è disponibile su www.agrietour.it

giovedì 27 ottobre 2016

"Tutela legale internazionale delle Indicazioni Geografiche italiane". Il monitoraggio dei mercati

Ismea-Aicig: i marchi a Indicazione Geografica garantiscono una maggiore capacità di difesa del valore 
I risultati dei primi otto mesi (gennaio-agosto 2016) delle rilevazioni che hanno coinvolto ipermercati, supermercati, discount e normal trade.


 Nei prodotti Dop e Igp a peso fisso monitorati, le vendite in valore hanno registrato un +7% su base annua (rispetto al +1,2% rilevato dall’intera spesa agroalimentare), accompagnato da un +12,1% sul fronte dei volumi. La dinamica dei prodotti IG a peso variabile monitorati registra comunque contrazioni meno forti rispetto alla tendenza generale del mercato.

Sono disponibili i primi dati dell’importante servizio di monitoraggio del mercato nazionale e di salvaguardia dei prodotti a IG messo a punto da Ismea – Istituto di Servizi per il Mercato agricolo Alimentare, sulla base di una convenzione specifica con Aicig – Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche. Il servizio permette di avere una visione complessiva sull’andamento degli acquisti finali di prodotti a IG nelle categorie commerciali più rappresentative; tendenze alimentari nelle diverse aree geografiche; scelte dei canali e comportamenti d’acquisto: correlazione tra acquisti e variabili socio-demografiche; azioni di promozione realizzate dalla GDO sulla categoria.

L’attività è stata ideata e sviluppata in collaborazione tra Aicig e Ismea, col supporto tecnico di Nielsen che ha rielaborato ad hoc le sue basi di dati relativi ai servizi RMS (Retail Measurement System) e Folder@net (la promozionalità nella GDO). In questa fase di start up, l’attività ha analizzato le opportunità e i limiti offerti dalle differenti banche dati che poi saranno organicamente composte per rendere fruibili e leggibili i dati. Gli strumenti di monitoraggio riguardano un campione di prodotti IG a peso fisso/imposto presso la distribuzione moderna compresi i discount – campione di 9.000 punti vendita, che coprono quasi il 100% degli ipermercati e il 50% dei supermercati; e un campione di soli salumi e formaggi IG a peso fisso/imposto e variabile (no EAN) presso la distribuzione moderna e il normal trade, ma senza discount.

I risultati dei primi otto mesi (gennaio-agosto 2016) di rilevazione evidenziano come, nel caso delle IG  “il valore aggiunto crei valore”: se la spesa dei prodotti agroalimentari in genere (a peso fisso) è cresciuta dell’1,2% su base annua, quella dei prodotti DOP e IGP oggetto di monitoraggio presso la distribuzione moderna (si tratta di un campione altamente rappresentativo sia in quanto a categorie di prodotto - salumi, formaggi e latticini, frutta fresca, ortaggi freschi, olio extravergine - sia in quanto a “peso specifico” dei marchi) è cresciuta del 7% in valore (+12,1% in volume). Una crescita, questa, pressoché generalizzata.

Scendendo nel particolare, nel periodo gennaio-agosto 2016, le vendite a peso fisso di formaggi DOP hanno mostrato un +8% in volume e un +5,7% in valore rispetto ai primi otto mesi del 2015, mentre le vendite di formaggi senza marchio DOP sono risultate in crescita solo in volume (+1,4%).

Le vendite a peso fisso di salumi DOP e IGP sono cresciute del 3,9% in volume e del 7,2% in valore rispetto al modesto +1,2% in volume e +2,4% in valore dei prodotti senza DOP e IGP.

Le vendite di olio extravergine DOP e IGP sono cresciute del 6,9% in volume e del 3,2% in valore rispetto all’extravergine no DOP e IGP che ha avuto un calo del -10,4% in volume e del -7,3% in valore.

Passando al monitoraggio effettuato presso la distribuzione moderna e il dettaglio tradizionale nello specifico di formaggi e salumi (peso fisso  e variabile), le tendenze mostrano una contrazione, seppur lieve, dei formaggi DOP monitorati sia in volume che in valore (rispettivamente -0,7% e -0,8%); i salumi DOP e IGP “tengono” decisamente: stabili sul fronte dei volumi, registrano + 1,3% sul fronte dei valori, rispetto alla flessione generale delle vendite dei salumi (-2,8% in volume e -2% in valore).

Altro capitolo è quello dell’analisi sistematica delle attività promozionali comunicate dalla distribuzione moderna tramite volantino, dalla quale si evince come, tra maggio e agosto 2016, alcuni importanti prodotti IG oggetto di monitoraggio (Parmigiano reggiano DOP, Grana padano DOP, Mozzarella di Bufala campana DOP, Prosciutto crudo di Parma DOP, Prosciutto crudo San Daniele DOP e Mortadella di Bologna IGP ) siano stati inseriti nei volantini di oltre il 75% dei PdV dell’universo considerato. Tra le promozioni più diffuse ci sono il “taglio prezzo” e la “fidelity”, ma prevalgono su tutti gli annunci dove non è chiaramente identificabile un vantaggio per il consumatore. Mentre per quanto riguarda le fasce di sconto, la fascia 15-29% prevale nella Mozzarella di Bufala Campana, quella che va dal 30 al 39% riguarda soprattutto i formaggi duri e il prosciutto crudo, mentre nella Mortadella Bologna sono più numerosi gli sconti che tagliano il prezzo oltre il 40%.

Una “start-up”, quella del monitoraggio IG, che ha mostrato nei primi mesi di attività di avere tutte le carte in regola per inserirsi a pieno titolo fra le attività istituzionali di monitoraggio dei mercati proprie di Ismea.